leggi tutte le news
Vai all’elenco completo delle iniziative per le famiglie e individuali
Palazzo Reale
 

Georges de La Tour. L'Europa della luce

A partire dal 7 febbraio Palazzo Reale ospiterà la mostra intitolata: Georges de La Tour: l’Europa della luce. Le opere esposte mostrano il caratteristico utilizzo della luce, un profondo contrasto tra l'atmosfera diurna, che si sofferma sulla descrizione di una realtà dai tratti crudamente realistici e l'ambientazione notturna, sospesa nel tempo, illuminata da flebili luci di candela.  Si tratta della prima mostra in Italia dedicata a Georges de La Tour, che viene analizzato affiancandolo agli altri grandi maestri del suo tempo – Gerrit van Honthorst, Paulus Bor, Trophime Bigot, Hendrick ter Brugghen e altri – svelando la pittura naturale e le sue declinazioni luministiche e iniziando ad indagare sull'universo che circonda questo pittore spesso misterioso. 

Pinacoteca Ambrosiana

Pinacoteca Ambrosiana

La Pinacoteca Ambrosiana è un piccolo gioiello nel centro di Milano, creatura del Cardinale Federico Borromeo. La Pinacoteca è particolarmente importante per Milano perché conserva opere di artisti di grande rilievo, come la Canestra di frutta del Caravaggio e il Musico di Leonardo da Vinci. Quest’anno, al fianco dei preziosi dipinti fiamminghi e del Rinascimento lombardo e veneto, tornerà al suo posto dopo un lungo restauro il magnifico Cartone preparatorio per la Scuola di Atene  di Raffaello. La Pinacoteca riveste un ruolo di rilievo nel cinquecentesimo anniversario dalla morte di Leonardo. La Sala Federiciana, lo spazio originariamente occupato dalla biblioteca di Federico Borromeo, ospita la mostra I segreti del Codice Atlantico. Leonardo all’ambrosiana (fino al 16 giugno), con una selezione molto ampia di Fogli originali. Seguiranno poi le mostre Leonardo in Francia. Disegni di epoca francese dal Codice Atlantico (18 giugno - 15 settembre) e Leonardo e il suo lascito: gli artisti e le tecniche (17 settembre 2019 - 12 gennaio 2020) sui seguaci e le innovazioni di Leonardo nel periodo milanese.

Museo del Novecento
 

De Pisis

Il Museo del Novecento dedica un’ampia retrospettiva all’artista ferrarese Filippo de Pisis, una figura di grande rilievo del Novecento italiano e uno dei protagonisti dell’esperienza pittorica tra le due guerre. Tra vedute urbane, nature morte e fantasie marine, oltre novanta dipinti tra i più "lirici" della sua produzione sono in esposizione a Milano fino a marzo 2020. Suddivisa in dieci sale, l’esposizione segue un andamento cronologico che introduce al visitatore l’universo di Filippo de Pisis (Ferrara, 1896 – Milano, 1956), a partire dagli esordi nel 1916 e dall’incontro con la pittura metafisica di de Chirico fino agli inizi degli anni Cinquanta, con il drammatico periodo del ricovero nella clinica psichiatrica di Villa Fiorita. Pittore versatile, viaggiatore instancabile e poeta, de Pisis percorre il Novecento attraversando paesi e movimenti pittorici senza mai aderire unicamente a una singola corrente. I continui viaggi tra Milano, Roma, Venezia, Parigi e Londra, hanno contribuito ad arricchire quella visione internazionale che renderà la sua prospettiva del tutto unica, ispirandone ricerca espressiva e plasmandone la pittura. Da “Le cipolle di Socrate” (1926) a “Soldatino francese” (1937), le opere in mostra al Museo del Novecento ripercorrono i temi cruciali della poetica dell’artista ferrarese. L’enfasi viene posta sul talento versatile e sull’incredibile ricchezza dei soggetti, che spaziano dai suggestivi paesaggi montani alla ritrattistica più dettagliata, in grado di cogliere con grande vivacità la personalità della figura descritta - senza sottovalutare le affascinanti composizioni di nature morte e le ampie vedute urbane.

Castello Sforzesco

Isabella e la vita di corte | MERLATE CON ATTRICE

Un suggestivo percorso  sulle merlate del Castello Sforzesco tra storia, architettura e leggenda. Tra corridoi, terrazze e scalini incontreremo un personaggio che vi si aggira: è la Duchessa di Milano Isabella d’Aragona che ci racconterà  la sua storia e la vita alla Corte di Ludovico il Moro tra feste, banchetti, segreti ed intrighi di potere. Una nuova visita di Ad Artem, in collaborazione con Industria Scenica, che unisce il teatro al racconto di questo luogo, per un’esperienza ancora più magica. Attenzione: non possono partecipare i bambini sotto i 10 anni.  L'attività è sconsigliata a chi abbia problemi motori.   N.B.: Per comunicazioni urgenti riguardanti le visite al castello sforzesco nelle giornate di sabato e domenica, è possibile contattare il numero 392/94.80.579 attivo dalle 9 alle 13  

Castello Sforzesco

Strada coperta della Ghirlanda

La "Strada coperta della Ghirlanda" è un camminamento sotterraneo che si snoda sotto il livello del Parco Sempione circondando il Castello. Essa conserva il tracciato delle mura della Ghirlanda, la prima linea di difesa del quadrato sforzesco. La visita costituisce un'occasione unica e imperdibile per conoscere i sistemi difensivi in uso nel Quattrocento e per osservare cunicoli, passaggi e torri ora divenuti quasi completamente sotterranei. In programma il sabato pomeriggio a settimane alterne.   Attenzione: non possono partecipare i bambini sotto i 10 anni.  L'attività è sconsigliata per chi soffre di claustrofobia o ha problemi motori.    N.B.: Per comunicazioni urgenti riguardanti le visite al castello sforzesco nelle giornate di sabato e domenica, è possibile contattare il numero 392/94.80.579 attivo dalle 9 alle 13

Castello Sforzesco

Leonardo al Castello - La Sala delle Asse

Un viaggio nel tempo alla corte sforzesca, per visitare il Castello e le sue collezioni seguendo le tracce di Leonardo da Vinci. Si potrà ammirare la scenografica installazione multimediale “Sotto l’ombra del Moro. La Sala delle Asse” e la mostra dal 24 gennaio al 19 aprile “L’atelier di Leonardo e il Salvator Mundi”. Infine ci si immergerà nella Milano rinascimentale grazie al “Museo virtuale della Milano di Leonardo”, allestito nella Sala della Armi, dove i visitatori verranno condotti alla scoperta della città di Milano così come doveva apparire agli occhi del Maestro durante i suoi soggiorni milanesi.   N.B.: Per comunicazioni urgenti riguardanti le visite al castello sforzesco nelle giornate di sabato e domenica, è possibile contattare il numero 392/94.80.579 attivo dalle 9 alle 13

Buono regalo

Buono regalo visita

COSA POSSO REGALARE Un carnet di visite guidate a scelta tra quelle a calendario sul nostro sito, presso il Castello Sforzesco (musei e percorsi segreti), presso il Museo del Novecento, le mostre temporanee o i percorsi in città.   VALIDITÀ Tutti i buoni regalo sono validi per un anno dalla data di emissione.    COME FUNZIONA Puoi acquistare online il buono dell'importo che vuoi: da € 20,00  € 30,00  € 50,00  € 100,00. Non dovrai selezionare il tipo di visita, la data e l'orario: sarà il destinatario del regalo a scegliere la visita che preferisce. Una volta effettuato l'acquisto, potrai personalizzare il voucher, che poi riceverai in allegato via mail. A questo punto potrai consegnare il buono regalo a chi vorrai, con la certezza che sarà una bella sorpresa! Il destinatario del buono sceglie la visita guidata che gli piace di più, si registra sul nostro sito e carica il codice del buono. Se il costo della visita guidata è minore del valore del voucher la differenza rimarrà a disposizione del beneficiario per la prenotazione successiva.

Cenacolo Vinciano
 

Cenacolo Vinciano

Venite con Ad Artem a visitare il Cenacolo Vinciano, senza lunghe attese e senza prenotazioni complicate, accompagnati da uno storico dell'arte che illustrerà in esterni l'annessa chiesa di S. Maria delle Grazie e casa degli Atellani. 

X Chiudi