Le grandi pinacoteche di Milano

  • Condividi su:
  • Twitter
  • Facebook
  • Google Plus
  • Mail

Due fondamentali istituzioni nello scenario museale Milanese: la Pinacoteca Ambrosiana e la Pinacoteca di Brera.

La Pinacoteca di Brera, fondata alla fine del Settecento, è uno scrigno ricco di opere d'arte che ci permette di avvicinare il mondo dell'arte attraverso percorsi tematici diversi.

D'altro canto la Pinacoteca Ambrosiana fu una delle prime collezioni d'arte aperte al pubblico, grazie alle avvedute prescrizioni del cardinal Federico Borromeo, il cardinal Federigo di cui parla Manzoni. La collezione raccoglie una delle più ricche collezioni librarie e artistiche del Seicento. La Biblioteca e la Pinacoteca sono le creature di Federico Borromeo e vengono rilette alla luce del pensiero e della vita del suo fondatore.

Ogni collezione ha le sue peculiarità ed eccellenze, saremo in grado di guidarvi nella scelta della visita più corrispondente alle vostre esigenze.

iniziativa per Gruppi e agenzie

Pinacoteca Ambrosiana | VISITA GUIDATA

Piccolo gioiello quasi sconosciuto del centro di Milano è la Pinacoteca ambrosiana: nata per volere di Federico Borromeo, conserva la Canestra di frutta di Caravaggio, il cartone di Raffaello per la Scuola di Atene e il ritratto di Musico di Leonardo; ai disegni del grande genio fiorentino, tratti dal Codice Atlantico, sono dedicate le mostre tematiche ospitate nella Sala federiciana, lo spazio originariamente occupato dalla biblioteca di Federico Borromeo, aperta al pubblico sin dai primi anni del Seicento.

Costi
  • Visita guidata > a partire da € 110,00
  • Biglietto d'ingresso > € 11,50 a persona inclusa prevendita | Prezzo speciale per clienti Ad Artem
Informazioni aggiuntive
  • Durata: 90'
Richiedi informazioni
X Chiudi