AdArtem

MAX ERNST

29.07.2022

Apre a Milano, il 4 ottobre a Palazzo Reale, la prima retrospettiva in Italia dedicata a Max Ernst (1891-1976).

Sono presenti più di 400 opere tra dipinti, sculture, disegni, collages, fotografie, gioielli e libri illustrati provenienti da musei, fondazioni e collezioni private, in Italia e all’estero. Tra questi: la GAM di Torino, la Peggy Guggenheim Collection e il Museo di Ca’ Pesaro di Venezia, la Tate Gallery di Londra, il Centre Pompidou di Parigi, il Museo Cantini di Marsiglia, i Musei Statali e la Fondazione Arp di Berlino, la Fondazione Beyeler di Basilea, il Museo Nazionale Thyssen-Bornemisza di Madrid.

 

MAX ERNST, IL LEONARDO DA VINCI DEL XX SECOLO

Il progetto didattico della mostra è a cura di Ad Artem offre diverse opportunità di visite guidate e visite laboratoriali volte ad approfondire la conoscenza di questo grande artista e della sua opera.

Max Ernst con l'approccio del vero e proprio umanista può essere considerato come il Leonardo da Vinci del XX secolo. Tedesco per nascita e formazione, cittadino del mondo per spirito e vocazione - attraversa quasi interamente il Novecento, raccontando il "secolo breve" per mezzo di una vastità di temi e sperimentazioni che non ha eguali. Dall'Europa agli Stati Uniti, gli interessi di questo artista sono innumerevoli e multiformi: storia dell'arte, filosofia, scienza, letteratura... Per Ernst la connessione tra il fare artistico e le varie discipline del sapere è costante, in un approccio che fonde antico e moderno, natura e tecnologia. L'artista, per Ernst, è colui che può cogliere la vera essenza della realtà attraverso l'interconnessione tra i diversi saperi.

 

Per informazioni invia una richiesta via email

 

  • Castello Sforzesco
  • Cenacolo Vinciano
  • Fabbrica del Vapore
  • Museo del Novecento
  • Palazzo Reale
  • Pinacoteca Ambrosiana
  • Vedi tutte